Seguici anche su Seguici anche su Facebook

SCUOLA ed EDUCAZIONE AMBIENTALE


Agisce dalla metà degli anni ’90, realizzando a Novara diverse iniziative di formazione per gli insegnanti.

A partire dall’anno scolastico 1999-2000 organizza incontri periodici rivolti agli insegnanti che nelle diverse scuole cittadine si occupano di educazione ambientale. Questo gruppo di insegnanti, formalizzato nella Commissione di rete per l’educazione ambientale, ha continuato fino ad oggi la sua attività e coinvolge quasi tutte le scuole novaresi dall’infanzia alla secondaria di primo grado.

Attraverso la commissione si propongono nelle scuole campagne nazionali:

Si è contribuito inoltre alla realizzazione di iniziative locali:

Nella scuola secondaria di secondo grado, in collaborazione con Libera, si propone il percorso didattico “Rifiuti, una miniera di risorse


Logo

PULIAMO IL MONDO

Ogni anno, verso fine settembre, nelle scuole novaresi …. grandi pulizie!

Siamo giunti ormai alla 18° edizione: ci sono scuole, come la primaria “Buscaglia”, che non ne hanno persa una! Anche i più piccoli sono al lavoro per ripulire il giardino scolastico mentre i più grandi si occupano delle aree verdi vicine


Bimbi della Scuola materna Collodiight Bimbi della Scuola materna Collodi

 

PIENO SUCCESSO A NOVARA PER “PULIAMO IL MONDO” VENERDI’ 30 SETTEMBRE E SABATO 1 OTTOBRE 2011

Circa mille bambini e ragazzi accompagnati dai loro insegnanti hanno partecipato, nella mattinata di venerdì, alla pulizia dei giardini scolastici e delle aree verdi vicino alle scuole, nell’ambito della diciottesima edizione nazionale di “Puliamo il Mondo”. A partire dalle scuole d’infanzia fino alla scuola secondaria di primo grado, i piccoli volontari, muniti di guanti e sacchetti, hanno testimoniato ancora una volta che “pulito è più bello” , dando una lezione di civismo anche a molti adulti. Queste le scuole partecipanti: scuola dell’infanzia San Rocco, con la pulizia del giardino scolastico e del parco vicino; scuole dell’infanzia e primarie del quarto circolo didattico, perlopiù negli spazi verdi intorno agli edifici scolastici; scuole primarie Buscaglia e Giovanni 23°, con i bambini del primo ciclo all’interno e i più grandi nel parchetto vicino alla scuola; alcune classi del sesto circolo didattico; le medie Fornara (verde scolastico) e Bellini (marciapiede davanti alla scuola e parchetto di via Bossi). “Questo tradizionale appuntamento d’inizio anno – commentano le responsabili – non è un’iniziativa estemporanea, ma la tappa di un percorso di educazione ambientale che si snoda per l’intero anno scolastico, a cui la manifestazione permette di dare visibilità anche all’esterno della scuola”.

Torna all'inizio pagina


Logo

MAL’ARIA

La campagna è stata realizzata per diversi anni, con l’esposizione da novembre a marzo delle lenzuola bianche “NO ALLO SMOG”. Alla fine degli anni novanta una rappresentanza di bambini delle diverse scuole cittadine fu anche ricevuta nella Sala Consiliare dal Sindaco, a cui furono consegnate le lenzuola annerite e le lettere dei bambini che chiedevano provvedimenti contro l’inquinamento . Negli stessi anni diverse scuole parteciparono a “Biospio”, uno studio dell’Università del Piemonte Orientale per la rilevazione del biossido di azoto.

Torna all'inizio pagina


Logo

NONTISCORDARDIME’

Operazione scuole pulite!

Ogni anno a marzo Legambiente propone una giornata di volontariato ambientale per la riqualificazione dell’ambiente scolastico. Molte scuole novaresi negli anni vi hanno partecipato. Nel 2012 la giornata di mobilitazione di Legambiente dedicata alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici, rivolta a tutte le scuole di ogni ordine e grado, verrà realizzata sabato 17 marzo.

La tematica di approfondimento proposta quest’anno è l'efficienza energetica: alle classi verranno forniti gli strumenti per analizzare alcune criticità dell’edificio scolastico su cui magari svolgere l’azione della giornata.

L'adesione alla campagna Nontiscordardimé può essere effettuata fino al 17 febbraio.

Anche quest’anno, abbinato alla manifestazione, il concorso fotografico “PRIMA E DOPO Nontiscordardimé". Tra tutte le scuole che invieranno il materiale saranno premiate quelle che sono riuscite a rappresentare meglio le attività svolte durante la giornata.

Diverse le modalità di adesione previste per la giornata.

Per ulteriori informazioni: http://wwww.legambientescuolaformazione.it

Torna all'inizio pagina


Logo

CENTO STRADE PER GIOCARE

Con la primavera ritorna la voglia di giocare all’aperto, per una volta “occupando” pacificamente le strade.

Negli ultimi dieci anni Novara ha sempre aderito a questa manifestazione, con uno o più punti gioco collocati in diverse zone della città.

Manifestazione cento strade Manifestazione cento strade

La scuola primaria “Buscaglia”, veterana dell’iniziativa, anche per il 2012 la riproporrà in data 22 aprile.

Nel pomeriggio di domenica 22 aprile 2012, il Circolo Legambiente Novara intende riproporre la manifestazione “100 Strade per Giocare”, già realizzata negli anni precedenti.

Si tratta di un’iniziativa, indetta dalla nostra Associazione a livello nazionale, che vede protagonisti i bambini e i ragazzi, che per un giorno si riappropriano della strada, chiusa al traffico veicolare, utilizzandole per momenti di animazione e gioco.

Questa volta alla manifestazione intendono partecipare dell’infanzia e primarie, in diversi punti della città.

Questi i punti in cui si realizzerebbero i giochi e le strade di cui è stata richiesta la chiusura almeno parziale:

- via Fara (da Via Prestinari a Via Mantova). Ai giochi partecipano circa 300 bambini delle scuole primarie Buscaglia e Giovanni 23° e delle scuole per l’infanzia di via Fara

- via Gobetti (zona Vela) da Via Rosette a Via F.lli DiDio. Interessati circa 70 bambini della scuola primaria Thouar.

- Largo Cantore (San Rocco). L’animazione riguarda circa 50 bambini della scuola d’infanzia San Rocco.

Riteniamo che per la città la manifestazione possa essere un momento significativo in cui sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di limitare il traffico, resa ormai improrogabile dagli elevati livelli di inquinamento raggiunti nella nostra città. Ci sembra inoltre un’occasione importante per valorizzare il lavoro svolto dalle scuole sul versante dell’educazione ambientale. Ricordiamo che l’organizzazione della giornata avviene ad opera di insegnanti e genitori delle varie scuole coinvolte.

Comunicato stampa della manifestazione

NEL POMERIGGIO DI DOMENICA 22, IN DIVERSE ZONE DI NOVARA, CENTINAIA DI BAMBINI “OCCUPANO” LE STRADE PER I GIOCHI PROPOSTI DA LEGAMBIENTE. PER LA PRIMA VOLTA LA MANIFESTAZIONE E’ REALIZZATA  ANCHE A CAMERI.

Si è svolta domenica scorsa anche a Novara, come in tutto il territorio nazionale, “100 strade per giocare”, la manifestazione proposta da Legambiente che per un giorno restituisce le strade ai pedoni e le anima con i giochi dei bambini.
Tre le zone interessate nella nostra città. La partecipazione più nutrita si è vista in via Fara (quartiere nord), dove  circa 300 bambini delle scuole primarie Buscaglia e Giovanni 23° e delle scuole d’infanzia Sabin e Filo Verde sono stati coinvolti in giochi a squadre, organizzati dagli insegnanti in collaborazione con alcuni genitori: ruotando nei diversi punti gioco ogni squadra totalizzava un punteggio; al termine la premiazione delle squadre migliori. In via Gobetti (zona Vela) circa 70 bambini della scuola primaria Thouar hanno invece riscoperto i vecchi giochi di strada, come “ruba bandiera” o “fazzoletto”, e altri giochi individuali o di squadra; piccoli artisti hanno quindi realizzato disegni con i gessetti sull’asfalto della strada. A San Rocco, in largo Cantore, una cinquantina di bimbi della scuola materna si sono cimentati in una gimkana ciclistica (biciclettine con le rotelle, ma anche veicoli meno comuni, come un trattore elettrico) e in altri giochi di abilità realizzati usando materiali riciclati (lattine, barattoli); grande successo anche per il “laboratorio di trucco”. In tutti e tre i punti è stata notevole l’affluenza anche di genitori e fratelli, favorita da una parentesi di sole dopo il temporale di qualche ora prima.
Al termine è stata offerta la merenda, grazie al biscottificio Camporelli che ha fornito a Legambiente confezioni di biscotti in quantità sufficiente per tutti i partecipanti.

“L’obiettivo della manifestazione, organizzata da Legambiente in tutta Italia e presente anche a Novara ormai da diversi anni, non è soltanto quello di creare per i bambini un momento di festa, ma soprattutto quello di suscitare attenzione sul tema del traffico urbano, restituendo per una volta la strada ai pedoni – dice Marzia De Marchi, presidente del Circolo Legambiente Novara -. In particolare intorno agli edifici scolastici bisognerebbe creare delle zone di rispetto, in modo che i bambini possano raggiungere la scuola a piedi o in bici senza correre rischi. Ci auguriamo che i progetti dell’amministrazione comunale in tal senso abbiano successo. L’apprezzamento dell’assessore all’ambiente Rigotti nei confronti di questa iniziativa conferma la disponibilità dell’amministrazione comunale ad una politica di riduzione del traffico. Ringraziamo le scuole che hanno contribuito alla riuscita di questa giornata e il Comando dei Vigili Urbani che ha reso possibile la manifestazione con la chiusura al traffico delle zone interessate. Ci auguriamo che iniziative come questa, oltre ad offrire ai piccoli un’occasione di gioco e di festa,  possano far riflettere gli adulti sulla necessità di limitare l’uso dell’auto in città”.

Quest’anno per la prima volta la giornata “100 strade per giocare” è stata proposta anche a Cameri, dove ha riscosso un successo notevole, grazie all’iniziativa dell’Assessore all’Istruzione e con il fattivo  contributo dell’Associazione dei Genitori: il ritorno del sole ha permesso di portare a termine un nutrito programma di intrattenimenti che per tutto il pomeriggio hanno animato la piazza centrale del paese.
“L’attenzione suscitata nella nostra zona dalla manifestazione, che quest’anno coincideva proprio con la “Giornata della Terra”, ci fa sperare che stia maturando una sensibilità nuova, che metta finalmente in discussione la “civiltà dell’auto” per tornare ad una città a misura d’uomo” concludono gli organizzatori di Legambiente, soddisfatti per la riuscita della manifestazione.

Torna all'inizio pagina


Logo

PROGETTO STRAFFICO E MOBILITA’ SOSTENIBILE

Al primo progetto, realizzato alcuni anni fa, sta facendo seguito un impegno a seguire il tema della mobilità e dei percorsi casa-scuola nell’ambito della Commissione di rete per l’educazione ambientale. Si è costituito un gruppo di lavoro con il compito di elaborare proposte sul tema, anche per collaborare alla realizzazione del progetto “Pedibus”, che per ora l’amministrazione comunale intende proporre a tre scuole cittadine. Per informazioni sul pedibus www.piedibus.it

Torna all'inizio pagina


Logo

GIARDINI SCOLASTICI

Il progetto è stato realizzato nell’ambito della commissione di rete per l’educazione ambientale.

Iniziatrice ne è stata la scuola per l’infanzia Collodi. In seguito sono state coinvolte numerose scuole che hanno progettato e realizzato la trasformazione degli spazi verdi scolastici in giardini fioriti, orti didattici e veri e propri laboratori all’aria aperta, sotto la guida dell’esperto Marco Negro. Legambiente ha affiancato l’iniziativa, contribuendo soprattutto ad organizzare momenti di formazione per gli insegnanti.

Torna all'inizio pagina


Logo

OCCHIO AL PARCO

Un progetto di ecologia urbana, articolato in diverse fasi, per:

  • Educare al rispetto e alla cura del bene comune, allo sviluppo del senso civico, all’assunzione di responsabilità individuale e collettiva;
  • Contribuire a formare una corretta coscienza ambientale;
  • Imparare ad utilizzare il parchetto vicino alla scuola come risorsa complementare al giardino scolastico.
  • Migliorare la conoscenza del territorio di appartenenza


Organigramma progetto, disponibile in formato PDF

Torna all'inizio pagina


Logo

RIFIUTI, UNA MINIERA DI RISORSE

Percorso didattico rivolto alle scuole secondarie di secondo grado organizzato in collaborazione con Libera e proposto alle scuole novaresi all’inizio di ogni anno scolastico. E’ strutturato in due incontri, i temi trattati sono il riciclo e la riduzione dei rifiuti.

Nel 2010-2011 aveva aderito l’Istituto Tecnico per Geometri “Nervi”.

Nel 2011-2012 hanno finora richiesto l’intervento:

  • Liceo Scientifico San Lorenzo, classi 3 A e 3 B (incontri realizzati a novembre- dicembre 2011)
  • Istituto Professionale Bellini, classe 2 indirizzo Moda (febbraio 2012)
  • Istituto Tecnico per Geometri Nervi, classe 3 A (febbraio 2012)
  • Centro professionale per pasticceri- panificatori (data da definire)
  • Centro professionale Enaip (ottobre 2012)


Scheda progettuale gruppo rifiuti, disponibile in formato PDF

Torna all'inizio pagina